Ingegneri

PGIngegneri.jpg

Quando l’Uno decise di dare vita all’universo, dalla sua sostanza divina plasmò 3 generazioni di Ingegneri: la prima, così divina e perfetta da essere incomprensibile, divinamente imperscrutabile, era costituita da 8 individui, che appena creati collassarono su sé stessi, dando vita alle 8 forze del modo; gli 8 fratelli della seconda genia plasmarono tali forze creando il mondo, da loro, re della loro razza, nacquero le genti pure, che ad oggi ancora reggono il potere, degli ultimi 8 si sono perdute le tracce, ed il loro destino non è noto Pg.
Capostipiti di tutte le razze, essi sono dotati di poteri straordinari, che se controllati, esercitati ed incanalati oltrepassano l’umana comprensione: in perfetta sintonia con il loro elemento, essi possono comandarlo a piacimento con il puro istinto.
Le storie di ognuno degli 8 Re si perdono nel mito, nella leggenda e spesso nelle falsità: di per certo si sa che ognuno di loro aveva riversato il proprio potere in 3 manufatti, così potenti da essere ritenuti sacri dai popoli custodi. Dopo la scomparsa, per cause ignote, degli 8 il mondo è andato sempre più alla deriva, ed oggi l’età dell’oro pare solo un flebile ricordo, schiacciato sotto l’opprimente gioco di tiranni e malvagi …
Secondo alcuni esiste un legame tra gli Ingegneri e le 8 pietre del potere, ma ad oggi queste teorie sembrano solo supposizioni paranoiche di ciarlatani e oppositori della Magocrazia, la Resistenza

Tratti razziali

Aspetto fisico: gli Ingegneri possiedono a tutti gli effetti 2 forme razziali: quella da ingegnere e quella della razza discendente. Cambiare da una razza ad un’altra implica 5 round di concentrazione, durante i quali l’Ingegnere deve stare fermo e concentrato. Nella forma umana, un ingegnere ha una penalità di -3 a forza e destrezza. Nella forma di ingegnere, ha una penalità di -3 a Cammuffare, ma di +7 ad intimidire. Un ingegnere non può generare una discendeza di ingegneri.
Taglia: Media Velocità: 12m Capacità di trasporto: standard
Allineamento: variabile. In generale varia in base al carattere, ma ognuno segue il proprio ideale di giustizia.
Forza divina: un Ingegnere guadagna un bonus razziale permanente di +1 a tutte le caratteristiche.
Circuiti vitali: un Ingegnere non si nutre nel senso umano del termine: una volta alla settimana però essi hanno la necessità di collegarsi ad una fonte di energia (discrezione del DM accettare o meno l’energia proposta). Ad esempio, potranno collegarsi ad un cristallo, a della war pietra, ad una fonte di elettricità o di calore, e stare in questo collegamento per 1 min per livello. I circuiti di un ingegnere cambiano colore a seconda dell’individuo, e possono essere resi visibili a piacimento.
Lingue: comune, lingua madre, lingue distintive.
Istinto antico: in certe condizioni, il DM potrà chiedere una prova di “istinto” ad un Ingegnere, e se passata, porterà alla luce una capacità innata del soggetto.
Empatia razziale: l’Ingegnere ha un bonus di +5 nei confronti della propria razza discendente nelle prove di diplomazia, percepire intenzioni, valutare, raggirare. Inoltre può usare un potere di “empatia” su un soggetto 1 volta al giorno.
Sonno profondo: gli Ingegneri non sognano, ma ogni giorno necessitano di 10 ore di sonno. Durante questo sonno, hanno una penalità di -5 ad ascoltare.
Corpo senza tempo: gli ingegneri non soffrono di bonus e di malus dovuti all’età,e sono teoricamente immortali; di contro, guariscono nel doppio del tempo standard, e gli incantesimi di cura curano la metà dei PF standard.
Maestri delle arti: avendo inventato le arti, gli Ingegneri hanno un +5 razziale alle prove di Artigianato ed Intrattenere.

Ingegneri

I Pilastri Del Mondo luca_semenzato